fbpx

Il Green strategia marketing vincente… e che fa del bene

Un tema caldo in questo periodo è legato al cambiamento climatico. Ne stanno parlando tutti i media e finalmente i governi stanno prestando attenzione al problema, anche sotto le continue proteste organizzate da alcune organizzazioni ambientaliste. Nel summit Onu sul clima, tenuto a settembre, 66 paesi hanno aderito all’obiettivo di raggiungere emissioni zero entro il 2050. Non è un caso quindi vedere le principali aziende tech fare comunicazioni su iniziative rivolte al green e alle energie rinnovabili.

Amazon ha siglato con Global Optimism “The Climate Plegde”, un impegno sul clima, stabilendo l’obiettivo di raggiungere i risultati previsti nell’Accordo di Parigi con 10 anni di anticipo: ridurre a zero le emissioni di carbonio entro il 2040 e di usare entro il 2030 il 100% di energia rinnovabile. Ha inoltre recentemente ordinato a Rivian un totale di 100.000 furgoni ad alimentazione 100% elettrica per le consegne dei prodotti acquistati online.

Apple ha dichiarato che le proprie strutture sono ora alimentate al 100% da fonti rinnovabili. Questo è stato determinante nell’assegnazione di un premio delle Nazioni Unite per l’uso di energia rinnovabile. Apple sta lavorando anche con i suoi fornitori per aiutarli a passare alle energie rinnovabili.

Facebook si è già impegnata all’utilizzo del 100% di energia rinnovabile entro la fine del 2020.

Google ha siglato una serie di accordi, per la precisione 18, per avere 1.600 megawatt di energia eolica e solare con l’obiettivo di alimentare le varie strutture localizzate negli Stati Uniti, in Europa e in America Latina. Si parla di un investimento 2 miliardi di dollari in infrastrutture eoliche e solari. L’obiettivo di Google è quello di utilizzare energia senza emissioni di carbonio, come Amazon, entro il 2040.

Queste iniziative, oltre a fare bene all’ambiente, sono vere e proprie tecniche di marketing. Da uno studio Salesforce del giugno scorso in cui 535 consumatori italiani sono stati intervistati, è emerso che il 54% preferisce comprare da aziende filantrope e il 75% da aziende ecostenibili.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *