Tag: video advertising

Scenario Internet ed E-Commerce in Italia nel 2019

Uno studio di We Are Social condotto insieme ad Hootsuite ci fornisce uno scenario digitale dell’anno 2019, per quanto riguarda l’utilizzo di internet, del mobile, delle piattaforme social e dell’E-Commerce.

Rispetto al 2018, abbiamo registrato un notevole aumento dell’utilizzo del web con oltre un milione di nuovi utenti ogni giorno.

Su 59 milioni di italiani, sono quasi 55 milioni quelli che accedono ad internet, cioè il 92% della popolazione, in forte incremento. Di questi 35 milioni sono attivi sulle piattaforme social. Si è registrata un’ulteriore crescita, +2,9%, rispetto all’anno precedente. Anche il mobile è in continua crescita con ben 31 milioni di persone attive su queste piattaforme da dispositivi mobili, un incremento del 3,3%.

Il tempo speso sui media è rimasto più o meno lo stesso registrato nel 2018. Passiamo oltre 6 ore al giorno connessi (di cui circa un terzo sui social) e guardiamo la TV meno di 3 ore. L’88% accede ad internet almeno una volta al giorno.

Il 92% degli italiani guarda video online e il 43% riproduce contenuti di TV su internet da smart TV. Il 16% gioca in modalità streaming, mentre l’11% guarda altri gamers giocare online.

Comincia a fare dei numeri interessanti ancha la ricerca vocale con Google Assistant e Alexa. Quasi un italiano su tre (30%) utilizza regolarmente le funzioni di ricerca vocale o comandi vocali.

Sono oltre 35 milioni gli italiani attivi sulle piattaforme social, 31 milioni da mobile.

Le piattaforme social più attive sono YouTube e quelle dell’ecosistema Facebook (WhatsApp, Messenger, Instagram).

Sono quasi 86 milioni le connessioni mobili, vale a dire circa una e mezza per utente italiano, la stragrande maggioranza su banda larga (3G o superiore). Questo indica quindi una maggiore diffusione delle connessioni internet veloci anche in Italia.

L’87% degli italiani utilizza dispositivi mobili per attività di messaggistica, mentre lato intrattenimento la fruizione di contenuti video da mobile interessa circa 4 italiani su 5 e il gaming un italiano su due.

Per quanto riguarda l’E-Commerce, il 94% degli italiani connessi ha un’account con una banca e il 42% ha una carta di credito. Il 65% effettua acquisti e paga bollette online.

Le categorie merceologiche che si vendono online sono viaggi, elettronica e tecnologia, moda e bellezza. Quelle più in crescita sono quelle relative al cibo e alla cura della persona (+18%) e arredamento ed elettrodomestici (+16%).

La quota di spesa su E-Commerce sul totale retail si attesta intorno al 4%.

Nel sito ufficiale di We Are Social si può trovare lo studio completo, anche a livello internazionale.

Filed under: InternetTagged with: , , , , , ,

Google rinnova l’offerta pubblicitaria per lo shopping

Da una ricerca Google risulta che il 61% degli utenti che fanno shopping è interessato ad acquistare da nuovi e-commerce durante le festività natalizie e nelle festività natalizie del 2017 il 46% di questi lo ha effettivamente fatto. Quasi i due terzi dicono che i video online hanno dato loro spunto sui loro prossimi acquisti e oltre il 90% di questi afferma di aver scoperto nuovi prodotti tramite YouTube.

Continue reading

Filed under: AdvertisingTagged with: , , , , ,

Video pubblicitari mobile su Facebook

Per veicolare messaggi sui dispositivi mobile è fondamentale utilizzare formati specifici. Come già detto in un post precedente, l’usufruizione di un contenuto è completamente diversa dal desktop. Lo schermo è più piccolo, di solito non si è seduti davanti ad una scrivania e la velocità di visione di contenuti è maggiore. Secondo uno studio Facebook le creatività video specifiche per il mobile (mobile-first) hanno il 27% di probabilità in più di far aumentare il business di un brand e il 23% di probabilità in più di veicolare il messaggio adv associato con il brand, rispetto ai spot video non ottimizzati per il mobile.

Continue reading

Filed under: AdvertisingTagged with: , ,

YouTube predilige video non saltabili

Chi vuole monetizzare il proprio canale YouTube ora può inserire della pubblicità video che non può essere saltata dall’utente. Prima la possibilità di inserire questa tipologia di annunci all’interno dei propri filmati era esclusiva solo per alcuni creatori video. Questi video sponsorizzati non-saltabili (non-skippable) sono ora disponibili per tutti i videomaker abilitati ad avere pubblicità, che così potranno guadagnare di più dai propri contenuti.

Continue reading

Filed under: AdvertisingTagged with: , , ,