fbpx
loader

Anche dopo l’exploit del terzo trimestre 2018, la fiducia dei consumatori italiani nel quarto trimestre 2018 continua a crescere, arrivando a quota 70 punti, marcando un incremento di 1 punto rispetto al trimestre precedente.

Su base trimestrale anche la media Mondo è in aumento (+1 punto, da 106 a 107), cala invece di tre punti la media del continente europeo (si ferma a 84 punti). In particolare l’indice di fiducia dei consumatori francesi perde ben 13 punti rispetto al trimestre precedente, e 15 rispetto allo stesso periodo 2017.

La fiducia dei consumatori, rispetto al periodo luglio/settembre cala anche in Regno Unito (-4 punti, da 102 a 98), in Spagna (-3 punti, da 97 a 94) e in Germania (-2 punti, da 106 a 104). I numeri di questi Paesi sono però in linea con l’indice registrato alla fine del 2017.

Fa registrare un incremento, però, la percentuale di italiani che adottano misure per risparmiare: sono il 56%, +3 punti rispetto al trimestre precedente. Le principali voci di riduzione delle spese riguardano i pasti e l’intrattenimento fuori casa (indicati come possibile taglio rispettivamente dal 59% e dal 56% dei rispondenti), l’abbigliamento (54%) e i prodotti alimentari (il 39% passa/passerebbe a marchi più economici). Si risparmia anche su vacanze e soggiorni brevi (38%), sull’acquisto di oggetti per la casa (35%), su gas e elettricità (35%), sull’utilizzo dell’auto (35%), su spese telefoniche (29%), e sui device elettronici (26%).

Una volta coperte le spese essenziali (bollette, rate del mutuo, affitti, etc.) e accantonati i risparmi, tra le preferenze d’acquisto degli italiani spiccano proprio l’abbigliamento (47%) e i viaggi (39%, -6 punti, data anche la conclusione del periodo estivo e “vacanziero”), seguiti dal divertimento fuori casa e dai nuovi prodotti tecnologici, rispettivamente al 35% e 28%. Si usa il denaro in più anche per saldare prestiti (17%), ristrutturazioni domestiche (17%), fondi pensione (13%), fondi di investimento (10%).

I dati emergono dalla Conference Board Global Consumer Confidence Survey svolta in collaborazione con Nielsen su base trimestrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *