fbpx
loader

Dopo la presentazione del nuovo sistema operativo Android, Google ha presentato a Londra il nuovo smartphone in due versioni Pixel 3 e Pixel 3 XL. La società di Mountain View punta tutto sull’intelligenza artificiale dei nuovi dispositivi integrando più algoritmi e machine learning nell’elaborazione delle immagini.

I nuovi smartphone infatti consentono di selezionare e manipolare le immagini in modo semplice: si possono scegliere gli scatti più belli, aumentarne la luminosità e allagare l’inquadratura. Gli algoritmi possono correggere l’effetto di distorsione o scattare la foto solo nel momento in cui tutti hanno gli occhi aperti e stanno guardando in camera. La fotocamera da 12.2 megapixel ha una risoluzione di 3968×2976 pixel e fa ottime foto anche in modalità notturna. Permette inoltre di registrare video in 4K con una risoluzione di 3840×2160 pixel. Gli algoritmi di intelligenza artificiale di Google gestiscono inoltre il consumo della batteria e le opzioni per il benessere digitale.

Google Pixel 3 XL ha uno schermo da 6,3 pollici con il notch, mentre il Pixel 3 ha uno schermo da 5.5 pollici con una risoluzione di 2160×1080 pixel e lo schermo OLED. La connettività è LTE 4G, il processore Qualcomm Snapdragon 845, la RAM da 4 GB e la memoria interna da 64 o 128 GB. Il pannello posteriore è completamente in vetro rendendo il dispositivo compatibile con la ricarica wireless. Gli auricolari Google, le Pixel Buds, sono all’interno della scatola.

Tra le funzionalità con Google Lens lo smartphone può riconoscere il contenuto di un biglietto da visita, quindi il numero di telefono e l’indirizzo mail e inviarlo direttamente nell’account di posta elettronica.

I dispositivi arriveranno in vendita sullo store online di Google il 2 novembre.

Il colosso tech ha presentato, oltre ai Pixel 3 e 3 XL, il Pixel Slate, il Pixel Stand e l’Home Hub.

Il Pixel Slate è il dispositivo che funziona sia da tablet che da portatile con il sistema operativo Chrome di Google. È munito di tastiera staccabile, di altoparlanti stereo, di una fotocamera posteriore e una anteriore, di un sensore biometrico per le impronte digitali e di un display da 12.3″ che secondo Google sarebbe più veloce ed efficiente dei tradizionali LCD. Il display del dispositivo è touch e supporta la Pixelbook Pen. Tastiera e Pen sono venute separatamente.

Google Pixel Slate sarà disponibile entro la fine dell’anno solo negli USA, Canada e Regno Unito.

Pixel Stand gestisce la ricarica wireless in modo intelligente. La mattina, poco prima del suono della sveglia, grazie all’assistente Google, lo schermo dello smartphone simula l’alba, mentre nelle ore notturne attiva automaticamente la modalità “non disturbare”. Pixel Stand inoltre trasforma Pixel 3 e 3 XL in cornici Smart con presentazioni di immagini create in automatico.

Home Hub è un dispositivo basato anch’esso su Google Assistant con un altoparlante e un display touch LCD da 7″. Consente di visualizzare contenuti di App come Search, YouTube, Maps, Calendario e Foto attivabili con i soli comandi vocali. Con Home View si ha a disposizione una dashboard per la gestione di tutti i dispositivi per la casa (lampadine, altoparlanti e altro). Quando non viene utilizzato si trasforma in una cornice smart. Con la funzione Voice Match riconosce le voci di utenti diversi. Può essere utilizzato anche come un tradizionale speaker e non ha una videocamera.

Non ci sono date ufficiali di uscita in Italia di questi dispositivi.

Gli ecommerce per le versioni precedenti del Google Pixel stanno già abbassando i prezzi. Ecco le offerte: Google Pixel 2 64GBGoogle Pixel 2 XL 64GBGoogle Pixel 2 XL 128GB.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *